Continuano presso la Fondazione Feltrinelli gli appuntamenti con i Tesori dell’Isolachenonc’è, un percorso di gioco e scoperta tra parole e creatività rivolto a bambine e bambini dai 3 agli 11 anni e alle loro famiglie.

Nella giornata di sabato 9 febbraio, dalle 11 alle 17.30, si alterneranno letture con autori, giochi e laboratori con artisti e spettacoli per raccontare le imperfezioni e l’incontro con il diverso, per dare forma all’identità e spiegare la malattia, costruendo insieme gli strumenti necessari per affrontare la complessità del mondo che ci circonda. Il programma è così articolato:

Ore 11-12 –Le imperfezioni: uno strumento di conoscenza e creatività” (4-7 anni), lettura animata da Alicia Baldan, illustratrice di Un cielo di lentiggini (Settenove edizioni).

 “La sfida di Manolo e Lucilla” (7-11 anni), lettura animata da Anna Lavatelli, autrice del libro Va dove ti porta un bus (Giunti Editore) che ha come protagonista una bambina in carrozzella.

“Io sono me stesso!” (4-7 anni), lettura animata del libro di Leo Lionni Pezzettino, (Babalibri Edizioni), dove il piccolo protagonista è alla ricerca della propria identità.

Ore 14-15 – “Un incontro piuttosto esilarante” (3-6 anni), lettura animata e laboratorio. Una storia di due generazioni a confronto, raccontate con estrema sensibilità e delicatezza in Stina e il Capitan Fanfarone e TempeStina (LupoGuido).

“Cosa succede nel mondo?” (7-9 anni), laboratorio di giochi, domande e disegni. Guidati da Daniele Bergesio ci si addentrà in temi attuali, grazie alla collana Bambini nel mondo (EDT Giralangolo Edizioni).

Ore 14-15.30 “Atelier marionette” (6-11 anni), laboratorio. La magia di costruire le marionette, un’occasione unica per crearne una guidati dalle mani di Silvia Torri.

Ore 16.30-17.30 – OperettAlzheimer. Allegretto ma non Troppo” (bambini 6+ e adulti), spettacolo in anteprima nazionale. In scena marionetta e marionettista s’intrecciano e si mescolano seguendo la logica poetica dello spettacolo. Un amoroso omaggio tragicomico a una malattia che ci racconta una faccia della diversità, dove la frontiera tra animato e inanimato si fa molto sottile. Di Marzia Gambardella, MalaStranaCompagnie.

L’ingresso alle attività specifiche consente di accedere agli spazi permanenti de I tesori de l’isolachenonc’è: Arcipelago dei sogni, Baia dell’immaginazione, Bauli dei travestimenti, Oasi degli incontri speciali, dove scoprire, sperimentare, giocare o semplicemente immergersi nella lettura.

L’accesso all’iniziativa è gratuito per gli accompagnatori dei bambini ad eccezione dello spettacolo delle ore 16.30 per cui è previsto un biglietto adulti.

La Fondazione Feltrinelli è in viale Pasubio 5. Per info, costi e prenotazioni http://fondazionefeltrinelli.it/isola/

Condividi