Sono già concreti gli effetti della scelta di coerenza e continuità del Comune di Milano che anche quest'anno ha deciso di aderire alla campagna del Banco Alimentare Lombardia, mettendo a disposizione un contributo di 40.000 euro, stanziato nell’ambito del Piano per i senzatetto.

La somma viene utilizzata dagli operatori e dai volontari, per sostenere le spese di trasporto dei generi alimentari dai magazzini alle mense dei poveri. Un servizio indispensabile per Milano, dove, ogni giorno, contando solo le mense più grandi, si servono circa 5.500 pasti caldi ai bisognosi.
La crisi e soprattutto la perdita del lavoro hanno aumentato il disagio economico e sociale di tantissime persone. In pochi anni la richiesta di sussidi è triplicata. E le istituzioni sono state poste di fronte a difficili compiti, resi ancora più gravosi dall’assenza di una politica nazionale di sostegno al reddito.

Condividi