Aveva chiesto di destinare parte del suo patrimonio personale per i più bisognosi e aveva dato mandato al Comune, tramite un lascito di 300.000 euro, di aiutare in particolare anziani e famiglie con bambini. E così sarà: la generosità e la memoria del signor Dario Granata, benefattore milanese, saranno onorate con due diversi progetti: 150 mila euro andranno alla realizzazione con il Terzo settore di un centro per assistenza, supporto, socialità per i bambini e i ragazzi autistici e le loro famiglie e 150 mila euro saranno utilizzati per il rafforzamento della rete Alzheimer con il sostegno dell'attuale Numero Verde e degli Alzheimer Café. La scelta dei progetti è stata fatta dall’Amministrazione comunale sulla base delle proposte ricevute nelle ultime settimane da parte di privati cittadini e di associazioni del Privato invitati proprio dal Comune a dare dei suggerimenti. Duecentoventi le proposte arrivate nel giro di un mese, per lo più via e-mail e tramite Facebook e Twitter. “Con l’individuazione dei progetti da finanziare, avvenuta esaminando le proposte giunte dai cittadini e dalle associazioni – dice l’assessore alle Politiche sociali, Pierfrancesco Majorino – realizziamo il desiderio di questo generoso benefattore milanese di aiutare anziani e famiglie con minori in difficoltà. La scelta di sostenere da un lato la rete che si occupa di malati di Alzheimer e dall’altro di contribuire con il Terzo settore alla realizzazione di un centro per i bambini autistici siamo convinti rappresenti pienamente le ultime volontà di questa persona dando nel contempo una risposta alle necessità espresse dalla città in questa particolare occasione”. “La partecipazione della gente – aggiunge Majorino – è stata come sempre numerosa e terremo conto di tutti i suggerimenti che si sono giunti per migliorare i nostri interventi e ampliare la capacità delle nostre risposte in termini di servizi e assistenza”.

Condividi