SOSTEGNI ECONOMICI
  • BAF
  • BUONO ASSISTENZA FAMILIARE

COS’È?


Il Buono Assistenza Familiare (BAF) è un contributo economico, erogato da Regione Lombardia, rivolto alle famiglie che si avvalgono di una badante per la cura di un anziano non autosufficiente. Esso non può superare il 50% delle spese previdenziali dell’assistente familiare ed ha un tetto massimo di 1500€ a destinatario. Viene erogato trimestralmente, a seguito della rendicontazione relativa al versamento effettuato dal destinatario delle spese previdenziali all’INPS.


Il destinatario del bonus ha inoltre diritto ad una quota aggiuntiva di contributo in presenza di situazioni di ulteriore fragilità all’interno del nucleo familiare, misurabili mediante i parametri ed i punteggi di cui alla d.g.r. n. 915/2018 relativa al Fattore Famiglia (FFL). Ad esempio il numero dei figli, la presenza di un mutuo sull’abitazione principale, la presenza nel nucleo familiare di persone anziane, di donne in stato di gravidanza o di altre persone con disabilità o non autosufficienti oltre all’assistito.


CHI PUO’ FARE RICHIESTA?


Può fare richiesta il datore di lavoro che sottoscrive il contratto, che può essere sia la persona assistita, sia un altro componente della famiglia, non obbligatoriamente convivente.


Requisiti di partecipazione:


• ISEE in corso di validità uguale o inferiore a € 25.000

• Contratto di assunzione di Assistente familiare iscritta a uno o più registri territoriali degli assistenti familiari.

• Residenza in Lombardia da almeno cinque anni. La persona assistita, se diversa dal datore di lavoro, dev’essere ugualmente residente in Lombardia da almeno cinque anni.

• Assenza di sentenze passate in giudicato per reati contro la persona e per i delitti di cui agli articoli 570 e 572 del Codice Penale (violazione degli obblighi di assistenza familiare e delitti contro familiari o conviventi).


Si precisa che non è ammissibile alla misura la persona fragile già destinataria delle misure B1 e B2 del Fondo Nazionale per la non autosufficienza (FNA).


Se il datore di lavoro e la persona assistita fanno parte di un unico nucleo familiare con ulteriori fragilità, è possibile richiedere un contributo aggiuntivo, che verrà erogato secondo i seguenti parametri:


• numero dei figli del nucleo familiare;

• abitazione principale gravata da un mutuo per l’acquisto;

• residenza in regione Lombardia per un periodo maggiore o uguale a sette anni;

• presenza di persone anziane di età maggiore o uguale a sessantacinque anni, oltre la persona assistita;

• presenza di donne in accertato stato di gravidanza;

• presenza di persone con disabilità o persone non autosufficienti oltre alla persona assistita.

COME PRESENTARE LA DOMANDA?


La domanda deve essere presentata online, previa registrazione sulla piattaforma informativa Bandi online all’indirizzo www.bandi.servizirl.it. Il richiedente deve:


• Registrarsi al fine del rilascio delle credenziali per accedere al sistema informativo

• Attendere la validazione

• Allegare la seguente documentazione:

  • - Copia della domanda, compilata e firmata, corredata dal documento di identità in corso di validità

  • - Copia del contratto di lavoro dell’Assistente Familiare,

  • - Copia della “Denuncia rapporto di lavoro domestico” all’INPS

  • - “Prospetto riassuntivo dei contributi dovuti” (documento che evidenzia gli importi calcolati in base alle ore lavorate ed alla retribuzione comunicata mediante la Denuncia all’INPS). In alternativa è possibile presentare l’estratto dei contributi versati nell’anno corrente redatto dall’INPS.

  • - Copia dell’eventuale contratto di mutuo per l’acquisto dell’abitazione (da allegare solo se si richiede anche il contributo aggiuntivo di cui sopra).


Le domande di partecipazione al Bando sono trasmesse e protocollate elettronicamente cliccando il pulsante “Invia al protocollo”. L’avvenuta ricezione telematica della domanda è comunicata via posta elettronica all’indirizzo riportato nella sezione anagrafica di Bandi online al soggetto richiedente, che deve conservare il numero identificativo a cui fare riferimento nelle fasi successive dell’iter.

La domanda da compilare e la relativa procedura di compilazione è illustrata in un manuale disponibile all’interno del sistema informativo di Regione Lombardia al seguente link


La valutazione delle domande, l’eventuale richiesta di integrazioni o chiarimenti e la successiva erogazione del contributo per i cittadini residenti a Milano viene svolta dal servizio WeMi Tate Colf Badanti del Comune di Milano.


I nostri operatori sono inoltre a disposizione per offrire informazioni e orientamento alle famiglie interessate dalla misura e supporto nella raccolta della documentazione e nella compilazione della domanda.


Per informazioni è possibile scrivere una mail a wemi.tatecolfbadanti@comune.milano.it oppure telefonare al numero 02/88.45.80.41 nei seguenti orari:


• Lunedì dalle 14:00 alle 18:00

• Martedì dalle 9:00 alle 17:00

• Mercoledì dalle 9:00 alle 17:00

• Giovedì dalle 14:00 alle 18:00

• Venerdì dalle 9:00 alle 17:00

• Sabato dalle 9:00 alle 13:00

COME ISCRIVERSI AL REGISTRO TERRITORIALE DEGLI ASSISTENTI FAMILIARI


La domanda di iscrizione può essere presentata allo sportello WeMi Tate Colf Badanti, oppure online sempre all’indirizzo www.bandi.servizirl.it. Dopo la compilazione online, è comunque necessario validare l’iscrizione sostenendo un colloquio presso lo spazio WeMi in via Statuto 15.


Requisiti:


• La maggiore età

• Certificato di iscrizione anagrafica al comune di residenza

• Autocertificazione circa l’assenza di condanne penali o procedimenti penali in corso

• Possesso di uno tra i seguenti requisiti:

  • - titolo di studio o di formazione in campo assistenziale o sociosanitario conseguito in Stato membro dell’Unione europea

  • - attestato di qualifica come Ausiliario Socio Assistenziale (ASA) e/o Operatore Socio Sanitario (OSS), rilasciato a seguito di corso riconosciuto da Regione Lombardia o titoli equipollenti rilasciati da altre Regioni/Province autonome;

  • - attestato di competenza di Assistente familiare rilasciato a seguito del percorso formativo, nell’ambito del sistema di formazione professionale regionale lombardo

  • - attestato di frequenza di percorso formativo in ambito assistenziale o sociosanitario riconosciuto, realizzato da Enti accreditati in altre Regioni o Province autonome, con un monte ore minimo pari a n. 160 ore

  • - Avere svolto un’attività lavorativa in Italia come assistente familiare di almeno 12 mesi nell’arco degli ultimi due anni, attestata dalla seguente documentazione:

    • ▪ fotocopia del contratto di lavoro

    • ▪ fotocopia dei versamenti dei contributi di legge

    • ▪ lettera di referenza del datore di lavoro sulle mansioni svolte


Per i cittadini stranieri:


• Titolo di soggiorno valido ai fini dell’assunzione per lavoro subordinato

• Fotocopia di uno dei seguenti documenti attestanti la conoscenza della lingua italiana almeno di livello A2:

  • - Diploma di scuola secondaria di primo grado conseguito in Italia

  • - Certificazione della conoscenza della lingua italiana livello A2 conseguita da:

    • ▪ uno degli enti certificatori riconosciuti dal Ministero degli Affari Esteri o dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

    • ▪ dai Centri Provinciali per l’Istruzione degli Adulti (CPIA) o precedentemente dai Centri Territoriali Permanenti (CTP)

  • - Permesso di soggiorno Ce lungo periodo conseguito in seguito al decreto del Ministero dell’Interno del 4/6/2010


È possibile iscriversi contemporaneamente a più registri territoriali indicando, in sede di prima iscrizione, in quali registri di altri comuni si desidera essere inseriti. Per mantenere la propria iscrizione, i lavoratori sono tenuti a dichiarare annualmente il possesso dei requisiti sopra elencati. L’iscrizione, comunque, non è vincolante per lo svolgimento dell’attività di assistenza familiare.


Per informazioni, è possibile scrivere una mail a wemi.tatecolfbadanti@comune.milano.it oppure telefonare al numero 0288458042 nei seguenti orari:


• Martedì dalle 9:00 alle 12:00

• Mercoledì dalle 15:00 alle 18:00

• Venerdì dalle 9:00 alle 12:00

DOVE SIAMO


WeMi Tate colf Badanti si trova presso WeMi Center, in via Statuto 15, 20121 Milano (MM2 Moscova, Bus 43 e 94). Si riceve su appuntamento.